La cap du Turche

Questa è una leggenda tramandata nei secoli, a metà tra realtà e fantasia.

E’ storia vera che nell’ 840 a Bari ci fu una dominazione araba che durò 30 anni e tra gli emiri c’era un certo Mufarrag che voleva imporre la religione islamica ai baresi che ovviamente rinnegarono.

L’emiro, per riconquistare la fiducia del popolo, pensò di misurarsi con un evento particolare che si verificava la notte del 5 gennaio: l’arrivo di due befane, una buona che regalava doni e dolci e l’altra cattiva che segnava con una croce le porte delle case più sventurate e tagliava la testa a chiunque incontrasse sul suo cammino.

Mufarrag, armatosi di corazza e scimitarra, uscì in strada affermando che avrebbe sfidato la “Befanì della morte” accusando i baresi di essere fifoni. Giunta la notte, incontrò la Befanì che, con un rapido colpo, gli troncò la testa che rotolò per i vicoli e le corti della città vecchia, fino a conficcarsi nell’architrave di via Quercia 10. Nella zona si sentiva così la presenza dello spirito del turco che decisero di abbattere la casa costruendone un’altra.

Dopo molti anni, quando sembrava che tutto fosse tornato alla normalità, una sera d’estate, una vecchietta uscì da casa per il gran caldo e vide un ragazzo sdraiato su un carro che riconobbe di nuovo nel turco che andò a rioccupare con la testa il suo posto in via Quercia (vicinanze Basilica di San Nicola) e da allora c’è ancora!

E ne è uscito questo detto popolare “Il turco che, per non perdere la faccia, ci rimise la testa

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...