Ultime ore per visitare ArteBari 2019

I capolavori dei grandi nomi dell’arte contemporanea nella 1^ edizione di ArteBari, mostra – mercato allestita nei padiglioni 18 e 20 (ingresso da via Verdi) della Fiera del Levante fino a lunedi 6 maggio alle ore 13.

Qui una cinquantina tra le più prestigiose gallerie italiane giunte da Puglia, Lombardia, Toscana, Veneto, Lazio, Emilia Romagna, Campania, Piemonte, Abruzzo, Slovenia e Stati Uniti, raccontano la storia dell’arte del Novecento.

Gli autori presentati sono moltissimi: da Andy Warhol a Giacomo Balla, Carlo Carrà, Gino Severini, Fortunato Depero, Mario Sironi; e ancora Afro, Alberto Burri, Giuseppe Capogrossi, Tano Festa, Georges Mathieu, Roberto Crippa, Lucio Fontana, Virgilio Guidi, Maurice Utrillo, Massimo Campigli, Giorgio De Chirico, Filippo De Pisis, Giorgio Morandi, Tullio Crali, Pietro Annigoni, Antonio Bueno, Renato Guttuso, Giuseppe Migneco, Aligi Sassu, Remo Brindisi, Mario Schifano, Arman, Mimmo Rotella e Jacques Villeglé, Emilio Vedova, Zoran Music, Marc Chagall, Arnaldo Pomodoro e molti altri, con forte presenza della Pop Art americana e italiana.

Tra gli espositori i nomi di maggior spicco sono quelli di Galleria Accademia TorinoLa Spirale di Milano, Deniarte di Roma, FerrarinArte di Legnago (Vr), Arte Ce.Co di Milano, Galleria Cinquantasei di Bologna, Andrea Ingenito Contemporary Art di Milano e Napoli, Daliano Ribani Arte di Carrara, Ca’ di Fra’ di Milano, Galleria Damiani di Bari.

Ecco quindi un raro “gruppo di famiglia in un interno” con cui Renato Guttuso nel 1950 mostrava (col carboncino) una casa di tolleranza; gli struzzi di Angelo Accardi in salotto e per le strade di Manhattan; “Il gagà” caricatura del 1937/39 di Fortunato Depero; un premonitore “Dux” di Mario Sironi dipinto a tempera con tinte scure nel 1935 dove si intuisce Mussolini davanti al corpo di una donna a testa in giù (realizzato per “La rivista illustrata del Popolo d’Italia” e mai pubblicato); molte opere (tra cui 5 pezzi unici) di Andy Warhol; le curiose figure umane di Rubens Fogacci; una dissacratoria Ultima cena di Riccardo Corciolani (acrilico del 2019); e ancora una “Composition au cirque” di Marc Chagall; il paesaggio parigino “L’opera completa di Maurice Utrillo” del 1932; il “Concetto spaziale” di Lucio Fontana in oro, strappi e matita degli anni Sessanta; litografie di Afro, Bay, Capogrossi, Burri, arte Optical e Pop Art, con chitarra- mascherina e cappello del 1989 firmati da Michael Jackson e molto altro. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.