La storia dei teatri di Bari • Teatro Margherita

La storia del Teatro Margherita è travagliata e affascinante.

Nel 1893 viene costruito l’Eden Margherita, un complesso galleggiante sul mare.
Nel 1910 viene realizzato un teatro in legno, il Varietà Margherita, sempre sul mare, decisione presa come escamotage, per eludere il patto siglato tra il Comune e la famiglia Petruzzelli secondo il quale l’amministrazione s’impegnava a non realizzare altri teatri sul suolo comunale.
Fu bersaglio di violente critiche sia da parte dei proprietari del Teatro Petruzzelli, che ne vedevano un concorrente, sia da coloro che ritenevano ostruisse la vista del mare da corso Vittorio Emanuele.

Un anno dopo l’inaugurazione, fu interamente distrutto da un incendio.

Ma nel 1914 fu ricostruito con una struttura in stile liberty questa volta in muratura con fondamenta nel mare, e inaugurato con il nome di Kursaal Margherita, in onore della moglie di re Umberto I di Savoia.
Per la serata inaugurale viene messo in scena un programma contenente i migliori numeri del cafè chantant. È la prima volta per Bari. Il Kursaal Margherita è il primo edificio realizzato in città in cemento armato, ed è ancora oggi l’unico in Europa per la particolare costruzione su palafitte. Essendo interamente circondato dall’acqua, fino al completamento del lungomare, il teatro è collegato alla terraferma da un pontile.

Nel maggio 1916 cambia definitivamente nome, diventando Teatro Margherita.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "Baritantotempofa"

Il 26 Gennaio 1919 il Comune di Bari crea il Museo Storico – il cui patrimonio in parte oggi è conservato nel Museo Civico – e lo allestisce nei locali dello stesso Teatro Margherita.
A partire dal 1921, vengono poi alternate, al varietà, le prime proiezioni di pellicole cinematografiche.

Nessuna descrizione della foto disponibile.
Fonte: Bari tanto tempo fa



Nella seconda metà degli anni Venti con l’aggiunta del solaio di calpestio, costruito dal Circolo della Vela al di sotto del teatro, e con la successiva colmata del lungomare, il Margherita abbandona l’aspetto di costruzione sospesa sull’acqua e venne collegato direttamente alla terraferma.

Nel 1943 il Margherita, occupato dall’esercito angloamericano, viene rinominato Garrison Theatre, trasformandosi in sede di servizi ausiliari e club per l’intrattenimento delle truppe. Viene pesantemente danneggiato sia dal bombardamento del 2 dicembre 1943, sia dalle schegge dell’esplosione della nave Henderson il 9 aprile 1945.

Nel luglio del 1946, i proprietari ottengono nuovamente l’immobile: il teatro è devastato. Centinaia di sedie sradicate dal pavimento, palchi distrutti, tappezzeria strappata e palcoscenico sfondato in più parti. In soli nove mesi, però, il caratteristico complesso liberty viene riportato al suo antico splendore sotto la spinta del fermento post bellico che tocca anche Bari.
Il 7 marzo 1947 quello che un tempo è stato Varietà, Kursaal, Teatro e Cinema Margherita, diventa definitivamente il «Cinema Margherita». E come cinema funzionerà per oltre tre decenni.

Il 20 febbraio del 1980 l’edificio viene chiuso. Vittima, tra gli altri, del periodo di maggior crisi dei cinematografi. Abbandonato e vuoto, l’immobile, che sorge su suolo demaniale, viene posto sotto il vincolo di legge del ministero dei Beni Culturali.

Nel 2005 il via ai lavori di restauro architettonico e strutturale del teatro Margherita.


Nel 2009 il teatro, con parziali interventi di ristrutturazione, viene riaperto. Non per rappresentazioni teatrali, ma per ospitare mostre d’arte. Negli anni successivi fino ad oggi, ci sono stati importanti progetti realizzati per ristrutturare il teatro e renderlo un contenitore per l’arte e performance artistiche contemporanee.

Ascolta il podcast QUI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.